L'ipertensione

L’ipertensione al centro del nostro evento live

Il problema dell’ipertensione e i miti da sfatare

Il tema dell’ipertensione è stato al centro dell’evento digitale tenutosi il 16 settembre a cura dell’Associazione Il Mondo delle Intolleranze, organizzato grazie al sostegno della Regione Lombardia. A condurre l’evento, proprio come in occasione, Tiziana Colombo, presidente dell’associazione e Sonia Re, Direttore Generale dell’APCI (Associazione Professionale Cuochi Italiani). Fondamentale anche questa volta il contributo del Dott. Michele Di Stefano, specialista in gastroenterologia ed endoscopia digestiva.

La serata ha visto protagonisti molti esperti sull’argomento. Tra questi, il dott. Arturo Raisaro, cardiologo, che ha esposto un quadro dei disturbi ipertensivi: “L’ipertensione arteriosa non è una malattia, ma un fattore di rischio, ovvero una condizione che aumenta la probabilità che si verifichino altre malattie cardiovascolari, come angina pectoris, infarto miocardico, ictus cerebrale”.

Il dott. Arturo Raisaro ha sottolineato la necessità di intervenire, e di farlo celermente, anche perché in questi casi il rischio agisce in modo silente. Senza considerare il fenomeno di resistenza alle terapie, che è molto diffuso. “Un quarto degli italiani è iperteso ma di questi solo la metà ne è consapevole e più del 60%, nonostante la terapia, non raggiunge i valori pressori adeguati”.

ipertensione

Il rapporto tra alimentazione e ipertensione

Il Prof. Arrigo F.G. Cicero, membro del direttivo della Società Italiana Ipertensione Arteriosa, ha invece approfondito il rapporto tra alimentazione e ipertensione. In particolare ha sfatato il mito secondo cui basterebbe curare l’alimentazione per prevenire l’ipertensione arteriosa. L’alimentazione è fondamentale, ma da sola non è sufficiente. Va accompagnata, infatti, a uno stile di vita sano e all’uso di integratori specifici per questa tipologia di disturbo.

E’ ritornata sull’argomento anche la Dott.ssa Maria Zugnogni, dietista, che si è soffermata sulla necessità di ridurre il sale nella dieta. ”La riduzione del consumo di sale risulta essere la prima tra le raccomandazioni delle modifiche allo stile di vita consigliate dalle più recenti linee guida per la gestione dell’Ipertensione arteriosa”. Per l’occasione ha presentato il suo libro, “Meno sale più salute” che tra le altre cose tratta proprio questi temi. .

Si è rivelato importante anche il contributo di Gianni Calloni dell’Associazione D.U.C.A, che ha restituito un quadro sulla situazione attuale degli ipertesi gravi, e delle difficoltà nel gestire un fenomeno così subdolo e allo stesso tempo correlato a conseguenze negative per la salute.

Lo showcooking di Danilo Angè

La serata è proseguita con l’intervento degli Amici dei Musei e dei Monumenti Pavesi, che hanno rappresentato il tema in forma artistica. In collaborazione con l’associazione Decumano Est, hanno proposto l’opera scultorea in ebano, oro e smalto di Benvenuto Cellini: la Saliera di Francesco I. La scultura, realizzata dall’artista durante il suo soggiorno in Francia, attestato tra il 1540 e il 1543, dimostra l’importanza che ricopre il sale nella cultura gastronomica dell’Occidente, a tal punto da fare del suo contenitore un manufatto artistico.

ipertensione

L’evento si è concluso con lo showcooking di Danilo Angè, che ha preparato una prelibatezza in diretta. Questa volta è stato il turno degli straccetti con pomodori secchi, curcuma, zucchine, melanzane e peperoni all’aceto di riso. Un secondo delicato, che si basa su abbinamenti decisamente azzeccati e che fa un uso moderato, ma intelligente, delle spezie.

Un letto di verdure e ortaggi, rosolato e cotti nell’aceto di riso, ospita e valorizza gli straccetti di coniglio, esaltandone il gusto delicato e ben riconoscibile. Una ricetta leggera e di grande impatto, capace di coniugare l’impatto estetico con la bontà di un piatto davvero nutriente. Una ricetta semplice da realizzare e alla portata di tutti, realizzata con ingredienti di facile reperibilità, che appartengono alla nostra tradizione. Qui di seguito trovate la lista degli ingredienti e il procedimento completo.

Ecco la ricetta degli straccetti di coniglio con pomodorini secchi:

Ingredienti per 6 persone:

  • 600 gr. di filetto di coniglio,
  • 80 gr. di pomodorini secchi,
  • 1 rametto di rosmarino,
  • 1 mazzetto di menta,
  • 80 gr. di cipollotti,
  • 300 gr. di zucchine,
  • 300 gr. di melanzane,
  • b. di curcuma,
  • b. di aceto di riso,
  • 300 gr. di peperoni,
  • b. di olio extravergine di oliva,
  • b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione degli straccetti di coniglio iniziate lavando le verdure e riducendole a dadini. Poi realizzate un trito con i cipollotti, soffriggeteli in una padella con poco olio, integrate le verdure e fate cuocere per 5 minuti. Ora versate l’aceto, sfumate alzando la fiamma, regolate con un pizzico di sale e aggiungete la menta. Cuocete il tutto a fiamma media per 10 minuti.

Intanto riducete la carne di coniglio a listarelle, rosolatela a parte in una padella con poco olio e i pomodori fatti a julienne. Infine, date una bella spolverata di curcuma. A questo punto impiattate. Distribuite le verdure nei piatti a mo’ di letto e adagiateci sopra gli straccetti di coniglio. Servite e buon appetito.

Condividi su:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Search

+