Il colon irritabile

L’intestino irritabile, alcune nozioni utili dall’evento live di maggio

L’intestino irritabile al centro dell’evento live di maggio de Il Mondo delle Intolleranze

Il 26 maggio si è tenuto il nuovo evento live de Il Mondo delle Intolleranze, che si inserisce nel workshop teorico pratico finalizzato a sensibilizzare la comunità sulle intolleranze alimentari e sulle tematiche dell’alimentazione, frutto della partnership con la Regione Lombardia. A dare inizio alla serata ci ha pensato Tiziana Colombo, presidente dell’associazione Il Mondo delle Intolleranze, e Michele Di Stefano, specialista in gastroenterologia ed endoscopia digestiva. Sonia Re non ha potuto presiedere all’evento, ma ha mandato i suoi saluti e ha dato appuntamento alla prossima live.

Il tema della serata è stata la sindrome dell’ intestino irritabile, un disturbo che coinvolge tantissime persone. Il dott. Piero Portincasa del Policlinico di Bari ha restituito le reali dimensioni del fenomeno, specificando che a soffrirne sarebbe addirittura il 10-15% della popolazione. Un dato suggestivo è l’incidenza nella popolazione femminile, in media l’80% di chi soffre di intestino irritabile è donna. Il dott. Portincasa ha introdotto il tema, descrivendo sintomi, cause e accennando ai trattamenti. Questi ovviamente variano in base all’intensità dei sintomi e richiedono un dialogo continuo tra curante e paziente.

Il colon irritabile (3)Come prevenire l’intestino irritabile?

La serata è proseguita con l’intervento della dott.ssa Vera Gandini, dell’Associazione Allattamento IBCLC, che ha affrontato il tema della prevenzione nei bambini. Secondo la dott.ssa, i bambini che adottano uno stile alimentare sano e abitudini di vita salutari vanno incontro a un rischio inferiore di contrarre la sindrome dell’intestino irritabile.

In particolare, ha focalizzato l’attenzione nei primi mille giorni di vita, un periodo decisivo per il futuro del piccolo, soprattutto dal punto di vista digestivo. Ha specificato, inoltre, che la partita si gioca anche nel periodo precedente, infatti le condizioni della mamma durante la gestazione, possono impattare sui rischi riguardanti l’intestino del bambino.

Quando si parla di intestino irritabile si fa spesso riferimento alle fibre come panacea di tutti i mali. E’ una convinzione che, per fortuna, trova conferma nella realtà. Ad affermarlo è stata la dott.ssa Sara Rurgo, medico chirurgo, che ha descritto il ruolo delle fibre e l’impatto che esse esercitano sulla salute dell’intestino. Per esempio, ha specificato che sono scarsamente digeribili dallo stomaco, ma vengono completamente metabolizzate dalla flora intestinale, migliorando la capacità di assorbire e trattenere i liquidi. Da qui la necessità di assumere fibre e di bere abbondantemente nel corso della giornata.

Una serata all’insegna della buona cucina

La serata è stata impreziosita dal contributo dello chef Danilo d’Angè, che ha cucinato in diretta un piatto in linea con il tema della serata: la tartare di salmone con verdure cotte e crude. Si tratta di una ricetta in cui abbondano le fibre, che saziano e nutrono senza appesantire. Una ricetta facile da realizzare, frutto di una scelta di ingredienti improntata sulla reperibilità. Un piatto per il palato, per il corpo e anche per gli occhi, visto il caleidoscopio di colori che offre a chi ha avuto la fortuna di assaggiarlo.

Il colon irritabileLa pietanza consiste in una base di salmone arricchita da farro ai fagiolini e guarnita con zucchine, sedano e carote. Tutte queste verdure vanno incontro a una preparazione che, senza l’impiego dei fornelli, ne aumenta la croccantezza. A guarnire il tutto c’è una salsa di frutti rossi, che conferisce alla preparazione un tocco agrodolce e leggermente acidulo. La tartare di salmone con salsa ai frutti rossi è una pietanza completa. Nasce come secondo con contorno, ma eccelle in quanto a proprietà nutrizionali. Inoltre garantisce un adeguato apporto di fibre, che giova all’intestino e aiuta a prevenire (o attenuare) la sindrome dell’intestino irritabile.

Ricetta tartare di salmone, verdure e salsa di frutti rossi:

Ingredienti per 6 persone

  • 600 gr. di filetto di salmone,
  • 200 gr. di farro,
  • 1 mazzetto di finocchietto,
  • 1 limone,
  • 100 gr. di zucchine,
  • 100 gr. di fagiolini,
  • 100 gr. di sedano,
  • 100 gr. di carote,
  • 100 gr. di frutti rossi,
  • b. di olio extravergine di oliva,
  • b. di sale e di pepe.

Preparazione

Per preparare la tartare di salmone con verdure e salsa di frutti rossi procedete come segue. Lessate il farro in un po’ di acqua leggermente salata, poi scolatelo e lasciatelo raffreddare. Intanto riducete le zucchine e fette sottili, passatele per un minuto in acqua bollente salata e interrompete la cottura ponendole in acqua e ghiaccio; infine scolatele per bene. Ora pulite i fagiolini, passateli in acqua bollente salata per 5 minuti e scolateli. Nel frattempo tagliate sedano e carote alla julienne, poi ponetele in una bacinella di acqua frizzante e ghiaccio per mezz’ora, in modo che assumano una consistenza croccante.

Continuate cuocendo i frutti rossi per 5 minuti, poi passateli al frullatore e filtrate il composto. Mescolate tra di loro farro, fagiolini ridotti a pezzi piccoli, sale, pepe e olio. Intanto rimuovete le spine dal salmone, togliete la pelle e fatelo a cubetti. Poi incorporate un trito di finocchietto, la scorza di limone grattugiata, sale, pepe e olio. Adesso componete il piatto adagiando nei piatti di portata il farro e la tartare di salmone, aiutandovi con una formina circolare. Infine unite le zucchine, il sedano e le carote ben scolate. Ora guarnite con la salsa di frutti rossi e servite.

Condividi su:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Search

+