comitato scientifico

Il Mondo delle Intolleranze festeggia i 10 anni con un galà

Il percorso della nostra associazione

Il Mondo delle Intolleranze, ha compiuto 10 anni di vita. E’ un traguardo che ci rende orgogliosi e che merita di essere festeggiato a dovere, secondo l’approccio che ha caratterizzato il nostro percorso fino a questo momento, basato sulla voglia di stare insieme e informare. Abbiamo organizzato dunque un Gala Dinner, che si è tenuto il 5 maggio all’Hotel de la Ville, una delle migliori cornici possibili per una serata che vuole segnare una tappa importante della nostra storia.

L’evento è organizzato e promosso da Tiziana Colombo, food blogger e presidente dell’associazione. E’ intervenuto a sostegno della nostra mission Roberto Farnesi, che ha introdotto e moderato gli interventi dei tanti ospiti che hanno affollato la serata. Ospiti di pregio, esperti della medicina e dell’alimentazione, a partire da tutti i membri del nostro comitato scientifico e del gruppo di lavoro.

Dieci anni di impegno per la divulgazione e la formazione

Durante l’evento è stato rappresentato anche il mondo della gastronomia e della ristorazione grazie alla presenza dello chef Marco Scaglione, conosciuto come lo “chef senza glutine”, un punto di riferimento per chi vuole combattere la celiachia e la sensibilità al glutine con la buona tavola. Non ha potuto essere presente, per impegni di lavoro, lo chef Danilo Angè. Un docente che è sempre presente e attivo nel nostro Gruppo di Lavoro.

Lo chef ha partecipato e partecipa tuttora a molte attività de Il Mondo delle Intolleranze. E’ protagonista anche di un progetto che ci rende particolarmente orgogliosi, ovvero il laboratorio d’informazione teorico-pratico patrocinato dalla Regione Lombardia, che si declina in eventi live trasmessi dal canale Youtube dell’associazione. In questi eventi vengono invitati mensilmente esperti del settore per parlare di uno specifico tema, sempre legato al mondo delle allergie, delle intolleranze alimentari e dei disturbi dell’assorbimento. Eventi sempre molto seguiti, anche perché erogano un servizio utile alla collettività, con un approccio smart che sa intrattenere.

Il riferimento alla Regione Lombardia non è affatto casuale: l’associazione è stata riconosciuta dalla massima istituzione regionale con il decreto 339 del 10 ottobre 2019, a conferma della nostra capacità di perseguire l’interesse collettivo.

Il Mondo delle Intolleranze è oggi ufficialmente inserita a pieno titolo nel RUNTS di Regione Lombardia

Una splendida notizia è appena giunta da Regione Lombardia che ci ha comunicato l’inserimento della nostra associazione nel RUNTS. Il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) è il registro telematico istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in attuazione degli artt. 45 e segg. del Codice del Terzo Settore (Decreto Legislativo 3 luglio 2017, n. 117), per assicurare la piena trasparenza degli enti del Terzo settore (ETS) attraverso la pubblicità degli elementi informativi che vi sono iscritti.

L’iscrizione al RUNTS consente di acquisire la qualifica di Ente del Terzo Settore (ETS) o, a seconda dei casi, quelle specifi che di Organizzazione di Volontariato (ODV), Associazione di Promozione sociale (APS), Ente Filantropico, Rete Associativa; di beneficiare di agevolazioni, anche di natura fiscale, di accedere al 5 per mille e per specifiche tipologie di ETS a contributi pubblici o di stipulare convenzioni con le pubbliche amministrazioni; nei casi previsti di acquisire la personalità giuridica. Non possono utilizzare la denominazione di Ente del Terzo settore o quelle specifiche gli enti non iscritti al RUNTS.
Un altro importante traguardo raggiunto dalla nostra Associazione che ci rende estremamante orgogliosi.

Un’occasione per parlare delle intolleranze alimentari e dei disturbi dell’assorbimento

L’evento è un’occasione per festeggiare e per fare il punto sulle nostre attività. Abbiamo parlato di quanto abbiamo fatto e di quanto stiamo per fare. E’ stata un’occasione per aggiungere un ulteriore tassello al mosaico dell’informazione e della divulgazione. Al centro di tutto l’argomento che ci sta più a cuore: le reazioni avverse al cibo. Un argomento importante, anche perché riguarda un numero incredibilmente alto di persone in base alle statistiche ufficiali.

Per esempio l’1% della popolazione soffre di celiachia, una patologia che causa sintomi potenzialmente invalidanti e che, se non trattata, può portare negli anni a conseguenze irreversibili. E che dire dell’intolleranza al lattosio, che coinvolge una fetta ancora più ampia della popolazione? In alcune regioni raggiunge addirittura un’incidenza del 70%.

Non vanno dimenticate infine le reazioni avverse al nichel, che vanno dalla semplice sensibilità all’allergia vera e propria. L’incidenza, prendendo in considerazione le sole manifestazioni cutanee, è dell’11% circa. Una percentuale che assume un significato particolare se si considera la difficoltà nella gestione delle problematiche riguardanti il nichel. Questo metallo si trova infatti dappertutto, dagli accessori alla frutta alla verdura, proprio per questo è veramente complicato evitarlo.

Come si è svolta la serata?

L’evento ha per noi molti significati. Un modo per festeggiare i nostri dieci anni, ma anche uno strumento di divulgazione, abilmente imbracciato dagli esperti che hanno partecipato alla serata oltre che un’occasione per divertirsi.

L’evento prende il nome di “Gala Dinner” in quanto è stato valorizzato da una divertente degustazione a cura di Good Senses. Oltre ad allietare il palato dei presenti, si è dimostrato ancora una volta che come le preparazioni prive di glutine e lattosio non abbiano nulla da invidiare a quelle standard, e quindi non rappresentano una scelta di secondo piano per chi non soffre di questi disturbi.

Non è un dettaglio di poco conto, anche perché cela un significato ancora più importante. Il cibo, che sulla carta dovrebbe segnare una barriera tra chi soffre di reazione avverse e chi no, in realtà diventa uno splendido ed efficace punto di incontro. Uno strumento per eliminare un ostacolo che rischia di restringere la sfera sociale di chi viene raggiunto da una diagnosi di intolleranza alimentare o allergia. Basta, per l’appunto, introdurre alcune variabili fondamentali: la buona cucina, la conoscenza degli alimenti e la passione per il buon cibo.

Per inciso, Good Senses è una società al cento per cento italiana che si occupa di analisi sensoriale per le attività di ricerca & sviluppo e per il marketing. Si affida al Centro Studi Assaggiatori, da cui abbiamo commutato metodi e strumenti di analisi sensoriale.

L’evento, infine, si è concluso con una lotteria a premi, che ha messo in palio anche un’opera dell’Illustratore Federico Viola, artista conosciuto per l’approccio ludico dei suoi lavori, ma anche per la capacità di sottendere significati profondi, dai risvolti sociali importanti e di grande interesse per la collettività. Gli altri premi sono invece a cura dei numerosi partner dell’associazione (Exquisa, Brandani, Igor Gorgonzola, Pentole Agnelli, Trabo, Sterilpharma,  Agriturismo Casentino, P&T, Scaglia Trasporti).

Condividi su:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Search

+